La Ghiottoteca: le due vite di una pasticceria.

Cinzia Minora Bianconi è la titolare della Ghiottoteca, un locale che, nel corso della sua storia, ha avuto due vite, proprio come la proprietaria.

Dopo il diploma in grafica pubblicitaria Cinzia, che ha sempre avuto la passione per la pasticceria, non trova sbocchi lavorativi nel suo campo e decide così, nel 1996, di aprire un locale tutto suo: la Ghiottoteca, un incrocio tra casa del caffè, negozio di prodotti tipici abruzzesi, cioccolateria ed enoteca; cura da sè il logo del locale, l'immagine e la vetrinistica, soddisfacendo così anche il suo lato creativo.

logo-ghiottoteca

"La passione per la pasticceria l'ho avuta sin da bambina quando, con i miei genitori in visita da amici o parenti, sbirciavo tra i libri di ricette che trovavo in giro e chiedevo carta e penna per copiarle".

Gli anni 2000 non sono però un periodo felice per la Ghiottoteca che, schiacciata sotto il peso di grossi centri commerciali nati in quegli anni e la crisi economica generale, nel 2012 deve chiudere i battenti. Dopo qualche attimo di sconforto, Cinzia si rimbocca le maniche e decide comunque di dare una seconda chance alla sua passione e, tra un lavoro e l\'altro in panifici, pasticcerie e hotel, impegna il suo tempo libero frequentando corsi di pasticceria per perfezionare la sua arte.

Sono stati 4 anni di formazione per lei, 4 anni in cui il suo amore per la pasticceria non si è mai spento, anzi: la scoperta di tecniche nuove, l'approfondimento delle competenze e il continuo affinamento della lavorazione in pasticceria non hanno fatto altro che alimentare una passione che non si è mai affievolita, quella per la Ghiottoteca.

Contro il parere della famiglia, Cinzia decide, a inizio 2016, di far tornare a vivere il suo locale, inserendo una novità, un laboratorio di pasticceria.

logo2

"Non so se definirmi proprio una pasticcera, in realtà sono una persona che ama a dismisura fare dolci, starei ore a fare biscotti e a curarli uno ad uno nei minimi particolari, nelle varie forme, con le varie farciture che devono essere abbinate anche nel colore per quando andranno poi confezionate nel vassoio, e qui emerge il grafico pubblicitario che c\'è in me".

Secondo Cinzia i segreti per valorizzare la grande pasticceria sono l'artigianalità presentata in maniera sapiente, l'utilizzo di materie di prima qualità e l'amore che ci si mette nel realizzare dolci, "come quelli che hanno il pollice verde e parlano con le piante in modo che crescano meglio, ecco, allo stesso modo io parlo con i miei dolci, li fotografo,  tanto che a volte vengo presa in giro dalle mie clienti per questa cosa".

locale

C'è un messaggio che Cinzia vuole trasmettere, provato sulla sua pelle e testimoniato dalla nuova vita della Ghiottoteca:

"Se si crede veramente e fortemente in una cosa,  alla fine poi si realizza, se si ha una passione reale bisogna seguirla, se le cose si fanno con il cuore vengono bene a prescindere da tutto; ho la certezza che tutto quello che si è fatto e si farà nella vita non viene fatto mai per niente, e che ognuno alla fine, in un modo o nell\'altro, trova la sua strada e la sua collocazione, e la mia è nel mio negozio, a fare dolci e a scambiare quattro chiacchiere con i miei clienti!"

Buona fortuna Cinzia, e lunga vita alla Ghiottoteca!

pasticcini

 

newsletter

Iscriviti alla newsletter e scopri le ultime novità e i contenuti realizzati in esclusiva.
Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per nascondere questo messaggio clicca qui.