Facebook Marketing in gelateria

Il gelato da sempre è il simbolo della condivisione per eccellenza, un alimento iconico che si presta a essere gustato insieme alle persone che amiamo, un po' come la pasta o la pizza, per intenderci.

L’associazione tra Social e Food si sta rafforzando sempre di più e i profili social sono affollati di foto del cibo scattate prima di gustarlo o addirittura mentre lo gustiamo, condivise anche attraverso selfie e con hashtag dedicati di ogni tipo.

Gestire un profilo Facebook per la gelateria è quasi una scelta obbligata: in Italia ogni mese si contano 28 milioni di utenti attivi su Facebook, che è la stragrande maggioranza della popolazione italiana, se non si considerano i bambini e i più anziani; oltre 20 milioni di persone poi lo utilizzano quotidianamente.

Va da sé che essere presenti sui social network in modo attento e strutturato, rafforzando il passaparola del vostro brand con gli strumenti digitali, dà la possibilità di coinvolgere costantemente clienti e potenziali clienti, esporre il marchio e chiedere al proprio pubblico di condividere le esperienze.

Una pagina ben gestita diventa un mezzo efficace per mantenersi in contatto con i clienti e trovarne di nuovi e di conseguenza aumentare le vendite.

Pagine, non profili professionali

Spesso si cade nell’errore di aprire un finto profilo personale, utilizzando i campi “nome” e “cognome” per identificare il negozio e gestire l’account invitando amici e interagendo con loro come si fosse una persona fisica.

Ciò, oltre a essere in conflitto con le linee guida del social, impedisce di accedere a strumenti indispensabili come le statistiche e non permette di rendersi conto se il lavoro che si sta facendo è corretto, di attivare campagne a pagamento che hanno tipicamente costi contenuti e alta efficacia, di aggiungere informazioni sull’attività, link in uscita a un eventuale sito, una sezione dedicata ai prodotti e molte altre funzioni dedicate ai profili professionali.

Le pagine Facebook hanno una serie di modelli predefiniti che ne identificano la tipologia: per le attività locali e quindi anche per le gelaterie sicuramente la più adatta è la  “pagina luogo” dal momento che attiva la possibilità di geolocalizzare la posizione dell’attività e le indicazioni per raggiungerla, informazione molto utile per raggiungere molti nuovi e potenziali clienti anche solo di passaggio.

Il target

La pagina Facebook permette alla gelateria di restare in contatto con i propri clienti e di mantenere attiva la relazione. Il cliente vede la presenza della gelateria, ne ammira la torta gelato preparata per un compleanno, legge i nuovi gusti in uscita a base di ingredienti di stagione o scopre nuovi eventi realizzati in gelateria. Perché la pagina porti effettivamente i fan a entrare in negozio, però, non ci si può limitare a pubblicare cose improvvisate giorno dopo giorno, serve un piano editoriale e una pianificazione generale che determini i seguenti punti:

    • Target di riferimento (età, gusti, argomenti ai quali è sensibile…)

    • Obiettivi che si intendono raggiungere

    • Strategia da seguire scrupolosamente

    8 regole pratiche per la pagina della tua gelateria

      • Pubblicare spesso variando i contenuti per mantenere alto l’interesse e il coinvolgimento: informazioni e notizie sul settore, aggiornamenti in merito alla tua offerta, curiosità, eventi, traguardi raggiunti.

      • Sfruttare i diversi formati di pubblicazione come foto, link, album, video, caroselli, testi brevi, slideshow: i post speciali attirano maggiore attenzione

      • Essere diretti e sintetici: gli aggiornamenti  devono avere testi brevi e divertenti ed essere significativi.

      • Se si pubblica un post che si ritiene particolarmente importante (uno sconto, un evento, un traguardo raggiunto…) si può attribuirgli maggiore visibilità con la funzione “Fissa nella parte superiore della pagina” aprendo il menù a tendina che si trova in ogni post in alto a destra. In questo modo l’aggiornamento resterà fissato in alto nella pagina, come se fosse l’ultimo pubblicato, e sarà la prima cosa che i clienti vedranno entrando nella pagina.

      • Curare l’immagine di copertina: non potendo contenere elementi testuali, si deve necessariamente fare leva sulla creatività e sull’emozione, elementi tipici del visual marketing, inserendo ad esempio collage fotografici dei propri prodotti o delle foto inviate dai clienti.

      • Coinvolgere i fan. Senza rientrare nel tema concorsuale con premi in palio che richiedono costi, tempi e professionalità avanzate, il consiglio è quello di invogliare i propri fan a condividere sulla bacheca della pagina Facebook le loro foto intenti a gustare il vostro gelato. Il coinvolgimento della community non va sottovalutato: fidelizza, emoziona e può innescare interesse, curiosità ma soprattutto commenti e condivisioni. Facebook è il re dei social network e rappresenta quindi una preziosa opportunità di “raccolta di materiale” esterno e partecipazione.

      • Utilizzare l’app mobile Gestore delle Pagine di Facebook:  aiuta ad aggiornare e gestire la pagina anche attraverso lo smartphone, in questo modo sarà molto più veloce condividere contenuti multimediali come foto o video in diretta.

      • Post in evidenza. Si vuole far vedere i tuoi post anche a chi non è fan della tua pagina? Magari si desidera raggiungere tutte le persone con figli dai 5 ai 15 anni e che abitano in un raggio di 10 km? Si può fare! I “post in evidenza” sono il modo più semplice di fare campagne a pagamento su Facebook. Anche con budget decisamente bassi si può raggiungere moltissime persone e, soprattutto, individuare un target ben definito. Crea il post, pubblicalo e solo dopo clicca sul pulsante “Metti in evidenza il post”. Seguendo i passaggi proposti da Facebook si indicherà il target, i giorni in cui la campagna deve restare attiva, il budget che si mette a disposizione. Per ogni visualizzazione verranno addebitati pochi centesimi, ma non si tratta di una tariffa fissa. Più le persone mostrano interesse per il post, meno costerà promuoverlo secondo un criterio premiante per cui i contenuti di per sé interessanti hanno maggiore visibilità. A parità di budget, per far vedere un post a più persone possibili, si può sceglierne uno che abbia già buona interazione dal tuo pubblico: l’investimento potrebbe rendere più del doppio che con post meno efficaci.

      Qualità, oltre a Facebook

      Tutto vero e tutto prezioso, ma c'è da dire che il miglior modo per promuovere la vostra attività rimane la qualità dei prodotti, per questo Giuso è sempre dalla vostra parte con prodotti di qualità, pregiati e rinomati.

      newsletter

      Iscriviti alla newsletter e scopri le ultime novità e i contenuti realizzati in esclusiva.
      Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per nascondere questo messaggio clicca qui.